Analyticstracking

Piano di riqualificazione per i lavoratori di Nidec ASI in solidarietà

Gli interventi sviluppati dal progetto hanno coinvolto un nutrito gruppo di lavoratori dello stabilimento Nidec ASI di Montebello Vicentino (VI) e hanno riguardano diverse aree dell’impresa.

L’analisi preliminare ha identificato una serie di bisogni che sono collegati alle specifiche esigenze delle diverse aree. Il processo di riorganizzazione aziendale ha colpito con più forza l’area della progettazione ingegneristica, ma le modifiche organizzative introdotte dalla nuova gestione hanno richiesto un adeguamento anche nelle attività di staff, così come è stato necessario migliorare la polivalenza degli operatori impegnati nelle fase di logistica/magazzino.

Per questi diversi gruppi di professionalità (che sono quelli maggiormente colpiti dalla solidarietà) il progetto ha realizzato percorsi di riqualificazione tecnica. In alcuni casi ciò ha potuto creare le condizioni per un reinserimento più efficace nelle aree di provenienza, per altri le acquisizioni hanno consentito una maggiore flessibilità operativa.
Il percorso realizzato dal progetto si è perciò articolato in specifici interventi formativi per ognuna delle tre aree identificate: ingegneria, staff, logistica/magazzino.

Questi moduli, peraltro, sono stati progettati in modo da coinvolgere anche altri lavoratori della stessa area, pur se utilizzano la solidarietà in misura più contenuta. Si è trattato, infatti, di favorire per alcuni lavoratori un percorso di allineamento delle competenze ai nuovi fabbisogni aziendali, mentre per gli altri si è posto il problema di un aggiornamento che aiuti a migliorare le performance dell’intero reparto.

Il percorso formativo ha quindi messo in condizione i soggetti coinvolti di recuperare una padronanza professionale indebolita da una carente evoluzione delle competenze.

Nel caso la crisi della Nidec ASI si aggravasse, questa dotazione favorirà i lavoratori anche nella ricerca di nuove opportunità di impiego in un’area a forte concentrazione elettromeccanica come quella dell’Ovest vicentino.

Oltre ad arricchire questi principali profili, il progetto ha supportato lo sviluppo di una serie di competenze trasversali che sono diffusamente richieste in azienda.

In primo luogo, si è risposto all’esigenza di migliorare le competenze linguistiche dei lavoratori. Molti di loro devono, infatti, gestire documentazione in lingua o avere contatti con soggetti che utilizzano l’inglese.

Si è anche affrontata l’esigenza di far acquisire capacità più allineate nelle problematiche operative che comportano maggiore dimestichezza con strumentazioni e applicativi informatici.

I corsi predisposti per il miglioramento delle lingue o delle conoscenze informatiche hanno risposto a delle difficoltà di adattamento, anche lavorativo, che dipendevano dalla scarsa padronanza di linguaggi importanti per la comunicazione professionale e sociale.

Tale processo di apprendimento ha potuto fornire un diverso grado di sicurezza nelle relazioni, nell’apprendimento e nell’adattamento a condizioni di lavoro mutevoli.

Il Progetto è stato finanziato dalla Regione Veneto, nell’ambito delle iniziative previste dalla DGR 1842 del 09/12/2015 “Percorsi di riqualificazione e outplacement per lavoratori a rischio di disoccupazione”.


Istituto POSTER viale F. Crispi, 142 | 36100 Vicenza | Tel .04441780835 | P.I. 01742990243