analyticstracking.php
Logo Poster
Istituto Poster - Ricerca Google
Area news
Istituto Poster - Vicenza, Home Page

<< | < | pagina 3 di 2 | > | >>

 
Formazione Consulenza Ricerca I nostri Servizi
 
NEWS  
CRISI AZIENDALI TRA GENNAIO E MAGGIO 2014
Padova capitale veneta dei fallimenti nei primi cinque mesi del 2014. La provincia euganea vanta infatti il triste primato di crac in termini assoluti, ben 135 (contro i 107 di Treviso e i 103 di Vicenza). Il Trevigiano presenta invece il record di fallimenti nell’industria (36, cioè il 33,6% del totale della Marca). Padova, Venezia e Verona sono le città venete che più si avvicinano alla tendenza nazionale che vede i crac nel settore commercio e servizi al 57,3% del totale. Il record regionale in termini percentuali è di Verona, con il 60%; Padova è al 56,3% (con il valore assoluto più alto, cioè 76) e Venezia al 55,6%. Sono dati che confermano la vocazione delle aree metropolitane venete e le relative difficoltà, mentre i fallimenti nel commercio del Vicentino e del Trevigiano si fermano al 47,6% e al 43,9% dei rispettivi totali. Da notare però che in termini assoluti sia la provincia di Vicenza ( 49) che quella di Treviso (47) superano quella di Verona (45). In generale un’azienda fallita su due (51,2%) in Veneto operava in commercio e servizi. La percentuale italiana è sensibilmente più alta essendo - lo ripetiamo - del 57,3%. Considerando invece tutte le procedure nel periodo gennaio-maggio 2014, il Veneto ne presenta 4.050 (quarta regione italiana dietro a Lombardia, Lazio e Campania, mentre è quinta per numero di abitanti dietro alla Sicilia), cioè il 7,9% del totale nazionale (la popolazione veneta rappresenta l’8,2% di quella italiana). Di queste 4.050 procedure sono 2.706, cioè il 66,8%, quelle relative a commercio e servizi (a livello nazionale è il 72,9%). Il primato sia in termini assoluti (832), che percentuali (20,5%) va a Verona. Relativamente pochi i fallimenti (solo il 14% del valore regionale a fronte di una popolazione che rappresenta quasi il 20% degli abitanti del Veneto) e tante procedure insomma nel Veronese: l’esatto contrario di quanto succede nel Padovano (il 25,1% delle imprese fallite in regione è patavina). In Veneto si fallisce soprattutto nell’edilizia (24,6%) e nelle attività manifatturiere (24%), mentre le procedure riguardano in primis il commercio all’ingrosso e al dettaglio (21,3%).

MAPPA FALLIMENTI IN ITALIA TRA GENNAIO E MAGGIO 2014 (Fonte: Servizio Informazione Economica della Camera di Commercio di Vicenza)